I VIGNETI SONO IL NOSTRO PATRIMONIO, I NOSTRI SPUMANTI LO STRUMENTO PER RACCONTARLO

Rive del Bacio

I vigneti della Azienda Agricola Rive del Bacio si compongono di 5 ettari nel territorio collinare di Valdobbiadene, a San Pietro di Barbozza, area delimitata dalla disciplinare DOCG Valdobbiadene-Conegliano. Qui ogni anno si rinnova con grande passione e costante dedizione, la produzione di un vino tanto genuino quanto ricercato.

Poichè il nostro territorio è ubicato su pendii (Rive), come da tradizione la raccolta dell’uva Glera avviene rigorosamente a mano. Ne segue la meticolosa cura della vinificazione di queste pregiate uve avvalendosi di moderne tecnologie: dalla pigiatura soffice alle fermentazioni a temperatura controllata, per garantire ai nostri spumanti profumi eleganti e fruttati, oltreché gusti gradevoli e delicati al palato. Di fondamentale aiuto è il contributo dell’enologo, che ci segue durante tutte queste delicate fasi, fino ad arrivare alla spumantizzazione.

L’espressione di un territorio, di un vitigno, di tanta passione.

Rive del Bacio

I vigneti della Azienda Agricola Rive del Bacio si compongono di 5 ettari nel territorio collinare di Valdobbiadene, a San Pietro di Barbozza, area delimitata dalla disciplinare DOCG Valdobbiadene-Conegliano. Qui ogni anno si rinnova con grande passione e costante dedizione, la produzione di un vino tanto genuino quanto ricercato.

Poichè il nostro territorio è ubicato su pendii (Rive), come da tradizione la raccolta dell’uva Glera avviene rigorosamente a mano. Ne segue la meticolosa cura della vinificazione di queste pregiate uve avvalendosi di moderne tecnologie: dalla pigiatura soffice alle fermentazioni a temperatura controllata, per garantire ai nostri spumanti profumi eleganti e fruttati, oltreché gusti gradevoli e delicati al palato. Di fondamentale aiuto è il contributo dell’enologo, che ci segue durante tutte queste delicate fasi, fino ad arrivare alla spumantizzazione.

Le origini e la storia

La nascita nei primi anni sessanta.

L’Azienda Reghini nasce nei primi anni sessanta. Il papà Gino non resiste al richiamo delle sue radici e torna, dopo anni di lontananza, nella sua amata terra. Spinto dalla passione e con grande tenacia, sacrifici e dedizione, amplia la proprietà terriera e si dedica totalmente al duro lavoro della vite. L’impegno passa al figlio Celestino, il quale, arricchito della preziosa esperienza tramandatagli dal padre ed apprese le tecniche moderne della coltivazione della vite, porta avanti l’antica arte “di fare” il vino. Presenti quindi da generazioni in questo territorio altamente vocato alla coltivazione di queste pregiate viti, si è scelto di puntare il tutto sulla qualità, a discapito della quantità, con la certezza di dare all’intenditore ed al consumatore un prodotto ineccepibile sotto tutti gli aspetti.